Südtiroler Bauernbund: innovare le infrastrutture IT con un partner di fiducia
  • L’Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi è uno dei maggiori organi di rappresentanza del ceto contadino di tutta la provincia, che persegue l’obiettivo di rafforzare la posizione del ceto contadino in ambito economico, sociale, culturale e politico.
  • Servizi
  • Italia
  • Microsoft 365
  • Fare smartworking in tutta sicurezza
    Ridurre il carico di lavoro dello staff IT

  • 4secure, Managed services
  • Miglioramento del livello di collaborazione
    Miglioramento dei livelli di sicurezza, fuori e dentro l’ufficio
    Alleggerimento delle risorse IT dalle incombenze operative
    Raggiungimento degli obiettivi prefissati in tempi brevi

Südtiroler Bauernbund: innovare le infrastrutture IT con un partner di fiducia

Quando un’azienda attua le strategie per l’ammodernamento dei sistemi informativi, il supporto di un partner affidabile e rodato in anni di proficue collaborazioni rappresenta una garanzia di successo, nonché uno stimolo all’innovazione. Così il rapporto pluriennale che lega Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi a 4ward ha costituito il volano per moltissime iniziative tecnologiche, tra cui i più recenti progetti che riguardano l’implementazione della funzionalità Multi-Factor Authentication (MFA) in ambiente Office365 e una soluzione di Managed Services per la gestione dell’operatività IT.

La necessità di sistemi IT solidi e all’avanguardia

L’associazione è uno dei maggiori organi di rappresentanza del ceto contadino di tutto l’Alto Adige, con diverse sedi dislocate nella provincia e oltre 21.000 membri a cui rivolge un servizio di sostegno mirato e globale.

In qualità di portavoce nei rapporti con le autorità, i sindacati e le altre organizzazioni economiche, l’Unione persegue lo scopo di rafforzare la posizione della categoria in ambito economico, sociale, culturale e politico, offrendo alle imprese (associate e non) una gamma eterogenea di servizi consulenziali e assistenziali. Gli ambiti coperti includono fisco, diritto, sicurezza sul lavoro, finanziamenti, imprenditoria, previdenza sociale, marketing, innovazione, energie rinnovabili e formazione.

Poiché l’Unione ha un numero elevato di clienti e gestisce un portafoglio di servizi molto differenti, l’obiettivo è sempre stato disporre di soluzioni solide e aggiornate allo stato dell’arte, così da garantire sia l’alta qualità delle prestazioni rese agli associati sia la prontezza nell’adeguarsi ai rapidi progressi dell’informatica.

La partnership ventennale con 4ward

L’approccio tecnologico dell’Unione ha guidato nel corso del tempo numerosi progetti di revisione infrastrutturale, sviluppati in collaborazione con 4ward.

«Da oltre quindici anni – dichiara Armin Mantinger, Responsabile Informatica di Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi – 4ward è il nostro partner di fiducia che ci ha seguito ottimamente nelle varie fasi d’implementazione di nuove tecnologie. Insieme abbiamo realizzato con successo diverse iniziative a supporto della crescita e trasformazione aziendale: ad esempio, il passaggio dal mondo AS400 all’ambiente Terminal Server nel 2001; l’introduzione dei primi Storage Area Network; la virtualizzazione dei server con la seguente migrazione in cloud. In particolare, la loro esperienza come partner Microsoft ci ha aiutati durante la transizione verso l’ambiente Office365, consentendoci di sfruttare sin dall’inizio strumenti di collaboration come Skype for business e più recentemente Teams».

La Multi-Factor Authentication

Poiché integrata all’interno del pacchetto Office365, la funzione di Multi-Factor Authentication è da diverso tempo oggetto di valutazione da parte del dipartimento IT aziendale. Tuttavia, non era mai stata considerata prioritaria visto che il lavoro da remoto riguardava soltanto una cerchia ristretta di responsabili.

«Alla fine del 2019 - racconta Mantinger -, con la scadenza del contratto Enterprise e lo spostamento verso il modello CSP (l’acquisto di sottoscrizioni Azure tramite rivenditore aderente al Cloud Services Program, ndr), siamo riusciti a coprire tutti i dipendenti con delle licenze anche economicamente più vantaggiose. Oggi possiamo godere appieno delle opportunità di sicurezza offerte dalla Multi-Factor Authentication, visto che negli ultimi mesi quasi tutti i dipendenti stanno operando in modalità smartworking a causa dell’emergenza Covid-19».

L’altra recente iniziativa sviluppata in collaborazione con 4ward riguarda la sottoscrizione di un contratto di Managed Services. La scelta di esternalizzare la gestione dell’infrastruttura affidandola al partner ha semplificato notevolmente il lavoro del reparto IT interno.

«Già con la virtualizzazione dei server – afferma Mantinger –, ma più fortemente con la migrazione in cloud, avevamo ridotto il carico di mansioni operative che gravava sul team IT aziendale. Successivamente abbiamo delegato ai tecnici di 4ward anche il piano di business continuity, liberando ulteriormente le nostre risorse dalle incombenze operative per concentrarsi sui servizi richiesti dai vari reparti e clienti».

Anche per la concretizzazione degli ultimi progetti, il contributo del partner è stato fondamentale. «4ward ci ha sempre consigliato le soluzioni migliori per le nostre esigenze – sottolinea Mantinger – senza mai trasmettere l’impressione che la cosa più importante fosse vendere un certo prodotto o servizio. I progetti sono stati tutti portati a termine in tempi relativamente brevi e ottenendo i risultati prefissati, anche grazie alla fase preliminare di analisi molto curata ed effettiva».

Un futuro di innovazione con il giusto partner

Per i Sistemi Informativi dell’ Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi anche il futuro si prospetta effervescente. «Non staremo fermi. – asserisce Mantinger – Attualmente stiamo pianificando la centralizzazione di tutte le linee telefoniche su un unico SIP-Trunk, avvalendoci della consulenza e dell’esperienza del nostro partner. Il rapporto di fiducia costruito in tanti anni di collaborazione ci restituisce sicurezza, stabilità e una modalità amichevole di lavorare insieme». Insomma, per creare innovazione ci vuole la giusta partnership.

Vuoi essere il nostro prossimo caso di successo?

Contattaci