Anni di esperienza con numerosi case history di successo ci consentono di implementare e supportare le vostre applicazioni a partire dalla raccolta dei requisiti, passando attraverso il processo di sviluppo e realizzazione. Il processo prosegue garantendone l’ottimale fruizione anche dopo l’introduzione di modifiche e nuove funzionalità.

AMS application maintenance service software assurance monitoring evolution

Anni di esperienza con numerosi case history di successo ci consentono di implementare e supportare le vostre applicazioni a partire dalla raccolta dei requisiti, passando attraverso il processo di sviluppo e realizzazione. Il processo prosegue garantendone l’ottimale fruizione anche dopo l’introduzione di modifiche e nuove funzionalità.

La fase successiva alla messa in produzione viene definita Application Maintenance and support (AMS) e si basa su 3 pilastri:

  • Software Assurance
  • Monitoring
  • Evoluzione

A questi si aggiunge anche un servizio trasversale di test automation e quality assurance che accomuna i tre precedenti.

Application Maintenance Support

Software Assurance: dedichiamo un team di quality assurance per il costante controllo della qualità del prodotto che si concretizza tramite appositi test funzionali, di performance e carico. I primi sono necessari per garantire la migliore aderenza tra quanto richiesto dal cliente e quanto effettivamente sviluppato. I test sulle performance sono invece mirati all’analisi dei tempi di esecuzione. Infine le prove di carico sono essenziali per valutare se il software e gli ambienti ove è installato sono in grado di gestire volumi elevati di traffico ed utenti. Lo stesso team ha il compito anche di ottimizzare, automatizzando, dove possibile, la preparazione di pacchetti di rilascio (build automation) oppure del rilascio stesso della soluzione, questo al fine di ridurre al minimo possibili comportamenti difformi tra gli ambienti utilizzati nel classico ciclo di vita del software (sviluppo-test-quality assurance-produzione).

Il processo di lavoro avviene prevalentementetramite Microsoft Visual Studio Team Services© che gestisce il processo Agile Scrum di sviluppo, continuous integration (costante controllo del codice tramite processi automatizzati), continuous delivery e continuous deployment* grazie anche all’esecuzione di test automatici (mappati a funzionalità core dell’applicazione, la cui esecuzione con successo è garanzia che il rilascio sia qualitativamente buono), creazione pacchetti di rilascio differenziati per i vari ambienti e il tracciamento di anomalie software.

4ward certificazioni

Questa metodologia è applicabile anche a soluzioni software non necessariamente sviluppate da 4ward se il cliente dispone dei sorgenti ed ogni altro elemento funzionale necessario.

Monitoring: il nostro approccio innovativo è cambiare l’assunto del controllo applicativo da reattivo a proattvo. Lo facciamo assicurando il controllo del buon funzionamento applicativo grazie ad una analisi costante delle sue componenti, dei logs generati, degli errori, dei dati di performance. Per poter analizzare tutti questi dati e trarne valore ed informazioni utili a prendere decisioni intelligenti e proattive, ci affidiamo al cloud e ad algoritimi di machine learning tramite strumenti innovativi fra cui possiamo citare Azure Application Insights© e Microsoft Operations Management Suite©.Ciò permette di confrontare non solo i dati rilevati dall’applicazione/ambiente del cliente, ma anche quelli di decine di migliaia di applicazioni sviluppate con gli stessi linguaggi e framework e di ricevere insights su azioni e modifiche da applicare il cui know how è fornito direttamente dal vendor.

Evoluzione: una applicazione, soprattutto se personalizzata e nelle prime fasi di vita, è tipicamente in evoluzione. Per facilitare il processo di adeguamento proponiamo un servizio evolutivo per delle RFC (request for changes) che chiamiamo “piccole evolutive” e definiscono un numero limitato di ore/giorni necessario all’implementazione. In assenza di un contratto di AMS, ogni richiesta deve essere gestita opportunamente e seguire un iter che non sempre si concilia con le tempistiche richieste. Un contratto di AMS, invece, garantisce una quantità predeterminata inclusa nel canone che può essere spesa per richieste mirate all’estensione del software e delle sue funzionalità.

Casi di successo

Ti potrebbe anche interessare