Siemens e la piattaforma Monet

Passare dal software on premise alla piattaforma cloud Microsoft Azure per ottimizzare la gestione energetica intelligente: il caso di Siemens, multinazionale che si distingue per eccellenza tecnologica, attiva in più di 200 Paesi, tra i più importanti fornitori a livello globale di tecnologie per l’ uso efficiente dell’energia

La nuvola è l’immagine perfetta della responsabilità ambientale attraverso l’efficienza energetica e la riduzione dei costi. Un’importante multinazionale come Siemens, produttore mondiale di tecnologie per il risparmio di risorse e a basso consumo energetico, ha abbracciato il concetto di Energy Management, ovvero ”amministrare l’energia” in modo consapevole e responsabile, per ridurre ed ottimizzare i consumi energetici. Un approccio strettamente connesso all’Energy of Things, ovvero le soluzioni IoT per il controllo energetico a supporto dei processi aziendali.

4ward ha affiancato il team di prodotto di Siemens sul progetto Monet, l’innovativa piattaforma tecnologica, che anche grazie al nostro contributo ora si basa su tecnologia Cloud Azure per svolgere funzioni di monitoraggio, supervisione, controllo e ottimizzazione dei flussi energetici. Un’architettura che si lega all’Internet of Things, pensata e realizzata per connettere oggetti e servizi diversi, attraverso protocolli aperti e standardizzati.

Il personale specializzato di 4ward ha affiancato il team di prodotto di Siemens reingegnerizzando l’applicazione e le componenti infrastrutturali, predisponendole al porting. Monet è ospitata sulla piattaforma Cloud Microsoft Azure proprio per le sue capacità elaborative, la scalabilità richiesta per amministrare i picchi dei workload legati alle fluttuazioni energetiche e il miglioramento consistente delle performance.

A confermare la qualità del lavoro di 4ward e la soddisfazione del passaggio al Cloud, è Maurizio Bigoloni, Smart Grid Solutions Head of Operations:

“Abbiamo deciso di scegliere Microsoft Azure perché è una soluzione molto aperta che permette di scegliere le tecnologie migliori, a seconda delle differenti esigenze. Volevamo infatti abbinare tecnologie Microsoft con tecnologie Open Source perché avevamo bisogno di supporto per JavaScript, HTML5, MongoDB su Linux, e Node.js senza problemi. Il punto più importante è stato il supporto che Microsoft ha fornito, dimostrandosi in grado di sostenere la nostra architettura”.

Più precisamente, Monet consiste in un cruscotto energetico al servizio di città e industrie, per assicurare il corretto monitoraggio dei consumi, e pianificare eventuali azioni correttive, finalizzate al miglioramento della prestazione energetica, consapevoli di quanto l’uso efficiente delle risorse rappresenti ormai per tutti i settori industriali, una condizione imprescindibile di competitività nei mercati globali.

Le  applicazioni positive sono molteplici: Monet interagisce con i sistemi di supervisione e controllo della rete elettrica e consente di acquisire in tempo reale stati e misure dei vari elementi della Grid. Inoltre interagisce coi sistemi di Building Automation supervisionando e gestendo gli impianti di automazione di un edificio. Ma Monet è strettamente connessa anche alle così dette Smart City, proprio perché si interfaccia con i diversi sistemi di misura presenti nelle infrastrutture urbane per rendere sempre più affidabili ed efficienti i servizi offerti ai cittadini.

Vuoi essere il nostro prossimo caso di successo? Non esitare a contattarci!

Casi di successo Cloud&Core Platforms Innovative Solutions